http://ow.ly/iab93032qmr
Raibl è l'antico nome di un paese oggi chiamato Cave del Predil, posto a dieci chilometri a sud di Tarvisio, in provincia di Udine. La località è nota per la miniera di zinco e piombo, minerali estratti da rocce contenenti blenda e galena. Le vene di minerale vennero sfruttate sin dall'antichità, si pensa addirittura a uno sfruttamento in epoca preromana. Le fonti scritte risalgono al 1320, quando il re Federico I d'Asburgo (detto il bello) concesse a un consorzio di minatori la coltivazione del minerale. Da quella data, con fortune alterne, la miniera conobbe un intenso sfruttamento;negli anni 1940-50 ebbe il numero massimo di 1148 dipendenti, le gallerie raggiunsero un'estensione di oltre centodieci chilometri, tanto che ancora oggi una di esse, lunga 4.877 metri,scavata alla fine del 1800 per permettere il deflusso delle acque di profondità ( - 240 mt. dalla quota del paese) sconfina in territorio sloveno.Questa galleria venne utilizzata durante la prima guerra mondiale,quando il territorio faceva ancora parte dell'Impero Astroungarico, per far transitare in tre anni un numero imprecisato di truppe Astroungariche(2-300mila) verso il fronte di Caporetto, per non essere viste dalle vedette italiane che sorvegliavano, dai monti di Chiusaforte e Sella Nevea, il valico stradale del Predil,soggetto quindi al tiro dell'artiglieria Italiana. Alla fine della prima guerra mondiale il trattato di S.Germano prima e di Rapallo successivamente consegnano all' Italia questo territorio compresa la miniera. Il nome di Raibl viene quindi Italianizzato in Cave del Predil. La miniera fu attiva fino al 1991, quando venne definitivamente chiusa non per esaurimento delle vene di minerale, se ne erano già accertate oltre 3 milioni di ton, ma per la poca economicità della sua estrazione, rispetto all'importazione dai paesi del terzo mondo. Cave del Predil (German: Raibl, Slovene: Rabelj) is a frazione subdivision of the comune of Tarvisio in the Province of Udine, in the Friuli-Venezia Giulia region of northeastern Italy. The hamlet is located about 15 km (9 mi) south of the town centre, in the valley of the Rio del Lago (Seebach) river on the road to the Predil Pass of the western Julian Alps, close to the border with Slovenia. The lead and zinc mining settlement was established about 1320, then part of the Carinthian possessions of the Prince-Bishopric of Bamberg. The bishops also gained control over the trade route across the mountain pass leading to the city of Cividale del Friuli, the importance of which however diminuished, after the Friulian land s had been conquered by the Republic of Venice in 1420. Bamberg finally sold the area to Empress Maria Theresa in 1759, who incorporated it into the Austrian Habsburg Monarchy. With the Duchy of Carinthia, Cave del Predil until World War I was part of Austria-Hungary, and by the 1919 Treaty of Saint-Germain came under control of the Kingdom of Italy. Its mines operated until 1991, since then the population has strongly decreased. A tunnel, originally used for water drainage and then for transport of miners and political refugees escaping from Communist Yugoslavia, connects it with Log pod Mangartom, Slovenia.
La protettrice degli minatori è Santa Barbara. Oggi giorno viene sempre venerata e ogni 4 dicembre all'interno della miniera viene celebrato la messa in suo onore. Chi è Santa Barbara? Prova a trovare la sua storia.
www.youtube.com La Miniera di Raibl - YouTube

Sign up

By signing up you agree to the Terms of Service.