l'Etrusco - Pistoletto
<div>L’installazione di Michelangelo Pistoletto appartiene al periodo in cui l’artista inizia ad utilizzare il classico e lo riporta in un contesto attuale. L’opera rappresenta un uomo che si specchia ed è come se si vedesse per la prima volta, allunga una mano verso lo specchio per cercare la sua copia riflessa, tipico della sua arte è, infatti, la teoria del “doppio”.</div> s2.thingpic.com
<div> Il gesto del braccio alzato è di saluto alla folla che immaginariamente è posta di fronte a lui e lo acclama pronta ad ascoltare il suo discorso. Pistoletto ribalta la scena e spinge l’uomo a fare i conti con la sua interiorità, a “riflettere” e a “riflettersi” nello specchio. </div><div><br></div>
<div>Un essere umano di fronte a uno specchio è come se fosse nudo. La domanda che l’opera vuole evocare è “Chi sei tu?” e questo interrogativo viene rivolto inaspettatamente a tutti gli spettatori, che non possono evitare di specchiarsi. </div><div> La domanda riporta alle origini all’inizio della civiltà. L’uomo politico acquisisce consapevolezza di sé e per la prima volta diventa responsabile delle sue azioni e delle sue parole. I visitatori davanti all’opera sono la folla e si trovano ad essere parte attiva, concreta; l’opera da individuale diventa collettiva. Pistoletto vuole porre tutti gli uomini sullo stesso piano, dalla medesima parte.</div><div> Le persone che si sono specchiate nelle sue opere e si specchieranno, saranno sempre diverse. L’arte del Pistoletto spinge quindi, sia alla ricerca del cambiamento personale, che all’assunzione di scelte politiche più collettive e meno individualistiche</div>
<div> “L’Arringatore del Trasimeno” del 69-70 d.C., un uomo politico e potente ai tempi dei romani</div>
<div>inserimento di un soggetto classico in una realtà moderna.</div>
<div>è come se il soggetto si rivolgesse alla folla,ma in realtà vede la sua immagine riflessa nello specchio.</div>
<div>Michelangelo Olivero Pistoletto (Biella, 25 giugno1933) è un artista, pittore e scultoreitaliano, animatore e protagonista della corrente dell'arte povera.</div><div>Inizia nel 1947 come apprendista nella bottega del padre restauratore di quadri, con cui collabora fino al 1958.</div><div>Già in quegli anni ha origine la sua attività creativa nel campo della pittura che si esprime anche attraverso numerosi autoritratti, su tele preparate con imprimitura metallica e successivamente su superfici di acciaio lucidato a specchio. L'ausilio degli specchi nelle opere di Pistoletto rappresenta la volontà dell'artista di sfruttare la terza dimensione, lo spazio, e soprattutto il tempo</div>
<div><span style="font-size:16px;">Pistoletto: "Con gli specchi si passa da stato animale a umano"</span></div><div><br></div><div>Roma, (askanews) - Un bimbo dice: "Gli specchi sono una specie di altro mondo che si riflette formando il terzo paradiso". Una compagna aggiunge: "Mi è piaci...</div><div><br></div> www.youtube.com Roma, (askanews) - Un bimbo dice: "Gli specchi sono una specie di altro mondo che si riflette formando il terzo paradiso". Una compagna aggiunge: "Mi è piaci...

This site uses cookies to deliver our services. By using our site, you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Cookie Policy. Your use of ThingLink's Products and Services, is subject to these policies and terms.