Riserva naturale incisioni rupestri: patrimonio boschivo
<div>Castagneto di Deria (Sottolaiolo)</div><div>Persistenze vegetazionali : 10 castagni di alto valore paesaggistico in attività</div><div>Contingenze negative: Stress generalizzato di carattere idrico (suolo superficiale se non rupicolo; deflussi localizzati a causa della strada provinciale). Problemi Fitopatologici (Cryphonectria parasitica) </div>
<div>Castagneto di Deria (Castello - In Vall)</div><div>Persistenze vegetazionali: 28 castagni di alto valore paesaggistico in attività</div><div>Contingenze negative: Problemi Fitopatologici (Cryphonectria parasitica) </div>
<div>Betulleto di Vite (Al De Plaha, Al del Fous, Bial do le scale)</div><div>Breve descrizione dell’area:</div><div>Persistenze vegetazionali: 2 esemplari di grandi Betula pendula </div><div>Contingenze negative: Problemi Fitopatologici (Cryphonectria parasitica) </div>
<div>Castagneto di Deria </div><div>Lungo la strada che da Capo di Ponte porta direttamente a Paspardo si attraversano i bellissimi castagneti da frutto della zona della Deria (Paspardo) e di Sparsola (Cedegolo), dove una grande varietà di tipologie colturali mette in evidenza i risultati dell’azione antropica sulla coltivazione del castagneto da frutto, che a tratti si presenta anche in condizioni manifeste di abbandono. Qui sono state realizzate le prime potature e i primi inoculi contro il cancro corticale più di trent’anni fa, e in questo contesto sono sorti il Consorzio della Castagna di Paspardo e anche un paio di efficienti strutture agrituristiche che operano in collaborazione con il Parco e con la Riserva delle Incisioni Rupestri.</div><div>Persistenze vegetazionali: Numerosi esemplari di grandi castagni di valore paesaggistico in attività</div><div>Contingenze negative: Problemi Fitopatologici (Cryphonectria parasitica) </div>
<div>Castagneto di Foppe-Campanine-Figna-Cuel</div><div>In corrispondenza di questa località si hanno vasti castagneti da frutto, talora ancor oggi ben curati anche se bisognosi di interventi colturali, sia sul cancro corticale, molto diffuso, che sulla vegetazione accessoria, che tende spontaneamente ad invadere il soprassuolo; presenti in questa zona numerose e interessanti testimonianze storiche legate al paesaggio rurale (cascine, antiche mulattiere, manufatti in pietra, fontane, cappelle votive).</div><div>Persistenze vegetazionali: Numerosi esemplari di grandi castagni di valore paesaggistico in attività</div><div>Contingenze negative: Problemi Fitopatologici (Cryphonectria parasitica) </div>

This site uses cookies to deliver our services. By using our site, you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Cookie Policy. Your use of ThingLink's Products and Services, is subject to these policies and terms.