San Giorgio e la principessa
<div>“Giorgio era nativo della Cappadocia, e militava come tribuno nell’esercito romano. In occasione di un viaggio giunse dalle parti di una città della Libia, chiamata Silene.</div>
www.dropbox.com Shared with Dropbox
<div>Ora in un vasto stagno vicino alla città viveva un drago terribile. Quando si avvicinava alla città avvelenava col suo fiato tutti coloro in cui si imbatteva. Per pacificarlo, i cittadini gli offrivano ogni giorno due pecore. Ben presto il numero delle pecore diminuì e al drago si offrì una pecora ed una creatura umana. Si tirava a sorte il nome del fanciullo o della fanciulla. </div>
<div>Classe 1° A - Vivaldi</div>
<div>Ormai erano stati divorati quasi tutti i giovani della cittá. Il giorno dell’arrivo di Giorgio, la sorte aveva designato l’unica figlia del re che tentò di riscattarla offrendo tutto il suo patrimonio e metà del suo regno, ma invano. Il popolo rispose: “I nostri figli sono morti e tu vorresti salvare tua figlia? Se non lo permetterai bruceremo te e la tua casa”. </div>
<div>Ormai non si poteva più procrastinare il sacrificio e la fanciulla piangente si avvicinava al lago. Giunse San Giorgio che consolò la fanciulla dicendole che in nome di Cristo la avrebbe salvata. Intanto il drago era uscito dal lago sprizzando fuoco e vapori pestiferi. Giorgio non si spaventò e con la lancia lo colpì. Il drago cadde a terra. Allora Giorgio disse alla fanciulla: “Avvolgi la tua cintura al collo del drago” Lei obbedì e il drago cominciò a seguirla mansueto come un cagnolino.</div><div>Vedendoli arrivare il popolo si spaurì ma Giorgio disse: “Non temete, il Signore mi ha permesso di liberarvi da questo mostro. Credete in Cristo ed io ucciderò il vostro persecutore”.</div>
<div>San Giorgio e il drago</div><div>dalla "Legenda Aurea" di Jacopo da Varagine</div>

This site uses cookies to deliver our services. By using our site, you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Cookie Policy. Your use of ThingLink's Products and Services, is subject to these policies and terms.