IL BENESSERE NELL'EUROPA SCANDINAVA
<div><b>IL MASSAGGIO SVEDESE</b></div><div>Nonostante il nome, il massaggio svedese non è originario della Scandinavia. La sua denominazione è stata introdotta da un medico svedese che ne sistematizzato il metodo. Si tratta di un massaggio classico occidentale.</div><div>Generalmente viene eseguito su tutto il corpo, ma essendo caratterizzato da manovre abbastanza libere fra loro e sequenze non rigide, può essere eseguito anche su singole parti.</div><div><br></div><div>È considerato decontratturante, rilassante, tonificante e drenante.</div><div>Gli svedesi utilizzano un olio idratante, ideale per trattare le zone specifiche del corpo. Durante il massaggio svedese, l’ operatore mescolerà in maniera adeguata varie tecniche di massaggio che, amalgamate, producono gli apprezzati effetti benefici.</div><div><br></div><div>I principali movimenti del massaggio sono:</div><div> Sfioramento: Manovra leggera e rilassante.</div><div> Sfioramento appoggiato (detto anche Sfregamento profondo): Manovra più profonda per drenare sangue, liquidi muscolari e linfa. Si usa anche per drenare i liquidi e le sostanze con la frizione e impastamento.</div><div> Frizione: Manovra di spremitura dei tessuti anomali</div><div> Impastamento superficiale: Manovra dinamica di spremitura obliqua dei tessuti anomali .</div><div> Impastamento profondo: Manovra dinamica di torsione e spremitura del muscolo.</div><div> Percussione: Manovre di piccole percussioni per stimolare e tonificare cute e muscoli.</div><div><br></div><div><b>Di Elizabeth</b></div>
<div><b>HYGGE</b></div><div>La parola danese HYGGE pronunciata (“hoo-gah”) significa creare un’atmosfera accogliente, piacevole e di intimità mentre si assaporano i piaceri della vita.</div><div>Chissà se l’idea di HYGGE può spiegare il motivo per cui i danesi vengono sempre incoronati come il popolo più felice del mondo.</div><div><br></div><div>ORIGINI:</div><div>HYGGE deriva dal germanico antico e il significato è “stare bene”. Consiste nel trovare l’armonia nelle piccole cose quotidiane e vivere in armonia con l’ambiente</div><div>circostante e con gli altri. Apparve nella lingua scritta danese intorno alla fine del XVII secolo e da allora fa parte della sua cultura.</div><div>HYGGE si può applicare a qualsiasi cosa e luogo.</div><div><br></div><div>STAGIONE:</div><div>La stagione perfetta della HYGGE è il Natale. Negli ultimi anni sono state pubblicate decine di libri su questo argomento.</div><div><br></div><div><b>di VALENTINA</b></div>
<div>I GEYSER</div><div>Il<b> geyser </b>è una tipologia di sorgente di acqua bollente che ha eruzioni intermittenti che creano delle<b> colonne di acqua calda e vapore</b>.</div><div> L'acqua entra nella struttura a sifone ed è riscaldata a causa della vicina camera magmatica, ma la profondità e la conseguente pressione litostatica impedisce che essa diventi vapore. In seguito risale in superficie e, con una pressione minore, l'acqua e il vapore sono liberi di esplodere in getti periodici. Il periodo è dovuto proprio al tempo necessario affinché il sifone si riempia. </div><div><br></div><div><b>DI MASCIA E ELENA</b></div>
<div><b>TERME IN ISLANDA</b></div><div>Sicuramente il trattamento più utilizzato nelle terme in Islanda è la <b>balneoterapia</b> con acqua minerale calda. Immergersi nelle <b>piscine naturali</b> è il modo migliore per godere dei benefici effetti di queste acque e ritrovare l’equilibrio fra mente e corpo, grazie alla completa armonia con la natura circostante. L’immersione, a seconda delle esigenze, può essere parziale o completa (sempre escludendo la testa), per una durata compresa tra i 15 ed i 20 minuti. </div><div>La celebre <b>Blue Lagoon</b> è una splendida piscina termale islandese. I geyser vantano elevati poteri curativi e sono un vero e proprio elisir di bellezza. Immergersi e rilassarsi nelle piacevoli acque calde circondati dagli scenari quasi surreali tipici dell’estremo nord è un’esperienza impagabile.</div><div><br></div><div><b>DI MASCIA E ELENA</b></div>
<div><b>LA SAUNA FINLANDESE </b></div><div>La sauna finlandese ha origini remote. Grazie ai popoli Baltici la sua pratica si è diffusa in Europa e negli Stati Uniti.</div><div>Le prime saune erano buchi scavati nel terreno, successivamente vennero costruite baite in prossimità dei laghi o fiumi perché al termine della termoterapia la sauna prevede il contatto con la neve o con il ghiaccio e un massaggio con rami di betulla.</div><div><br></div><div><b>Benefici</b>: la sauna finlandese ha un’azione disintossicante poiché con quindici minuti di sauna viene eliminato lo stesso quantitativo di metalli pesanti che viene eliminato dai reni nell’arco di ventiquattro ore.</div><div>La sauna contribuisce a rilassare i muscoli alleviando i dolori. È indicata proprio per l’effetto decontratturante sui muscoli e per l’aumento del metabolismo. La sauna conferisce alla pelle un aspetto più sano, il calore dilata i pori e il sudore elimina le tossine; conferisce anche benefici sulla cellulite diminuendo i liquidi.</div><div>La sauna dà sollievo alle affezioni di tipo respiratorio e alle congestioni nasali. Un’elevata presenza di anioni rallenta il processo di invecchiamento dell’organismo.</div><div><br></div><div>DI Veronica e Irene</div><div><br></div>
<div><b>La qualità della vita in Norvegia</b></div><div>La Norvegia è uno dei paesi più ricchi del mondo, ma spesso la sua ricchezza non si traduce nel benessere della popolazione.</div><div>La ricchezza della Norvegia è stata scoperta da poco, perché negli anni ‘60 sono state scoperte grandi riserve di petrolio e gas naturali, perciò la Norvegia è cresciuta molto rapidamente.</div><div>In Norvegia non ci sono grattacieli e palazzi ultramoderni, sprechi energetici e super autostrade a sei corsie, anzi è tutto l’opposto, è tutto molto più tradizionale e più legato alla natura. I norvegesi sono consapevoli che la loro ricchezza non è “rinnovabile”.</div><div>Quando il loro petrolio sarà esaurito, non avranno molte altre risorse da sfruttare, oltre al legno e alla pesca. Quindi i norvegesi hanno investito le fonti di energia sulle proprie competenze e conoscenze.</div><div>Quando l’era del petrolio finirà si ritroveranno con una ricchezza ancora più inestimabile: ingegneri, ricercatori, medici da premio Nobel.</div><div><br></div><div><b>L’AURORA BOREALE</b></div><div>In Norvegia una cosa da ammirare almeno una volta nella vita è l’aurora boreale. Il momento più giusto per ammirarla è d’inverno, il colore è giallo, azzurro e viola.</div><div>La si può trovare verso febbraio e marzo, durante la notte polare, e l’orario migliore è dalle nove all’una di notte.</div><div><br></div><div>DI Greta</div>
<div><b>REGIONE SCANDINAVA</b></div><div>La regione scandinava è una regione dell'Europa settentrionale, corrispondente in senso stretto alla Penisola Scandinava, comprendente la Svezia e la Norvegia e limitata dal Mar di Barents a nord, dal Mar di Norvegia e dal Mare del Nord a ovest, dal golfo di Botnia e dal Mar Baltico a est, mentre a sud lo Skagerrak e il Kattegat la dividono dalla Danimarca.Comprende la sezione più occidentale dello Scudo Baltico: la sua ossatura è costituita dalle Alpi Scandinave, lunga catena montuosa che occupa tutta la sezione occidentale della penisola digradando bruscamente a ovest, con una costa profondamente incisa da fiordi e fronteggiata da numerose isole, più dolcemente verso est, dove si abbassa in una lunga fascia collinare. Il territorio è solcato da numerosi corsi d'acqua, disseminato da numerosi laghi grandi e piccoli (Vänern, Vättern, Mälaren ecc.) e interessato dalla presenza di vasti ghiacciai: tra questi, lo Jostedalbreen, in Norvegia, il più grande ghiacciaio dell'Europa continentale. Il clima è temperato freddo a S, freddo e subpolare a N, dove gli inverni sono lunghi e rigidi e le estati brevi e fresche. § Le risorse fondamentali sono l'agricoltura (cereali, patate, ortaggi), l'allevamento (bovini, ovini, renne), la pesca e lo sfruttamento delle vaste foreste e del sottosuolo (ferro, piriti). La maggior parte della popolazione è tuttavia attiva nel settore terziario, privato e pubblico; quest'ultimo sostenuto, come del resto anche gli altri settori occupazionali, da un forte intervento dello stato nell'economia e dalle politiche sociali tipiche di questi Stati. In senso lato, il termine Scandinavia comprende anche la Danimarca (per le affinità linguistico-storico-culturali) e, a volte, anche la Finlandia, ma in quest'ultimo caso è preferibile usare il termine Fennoscandia.</div><div><br></div><div>Da Enciclopedia Treccani</div>

This site uses cookies to deliver our services. By using our site, you acknowledge that you have read and understand our Terms of Service and Cookie Policy. Your use of ThingLink's Products and Services, is subject to these policies and terms.